Continuiamo a parlare del Marocco: cosa comprare città per città e quali sono le tipologie di prodotti che potete trovare nei principali luoghi di interesse del Paese nordafricano.

Marocco: cosa comprare città per città

Continuiamo a parlare del Marocco: cosa comprare città per città e quali sono le tipologie di prodotti che potete trovare nei principali luoghi di interesse del Paese nordafricano.

Dopo aver raccolto un po’ di appunti e suggerimenti su cosa acquistare in Marocco, in questo articolo, ora vi raccontiamo il nostro viaggio a caccia dei tesori dell’artigianato marocchino. Partiamo quindi dall’itinerario che seguiremo in questo viaggio e da quali città toccheremo. Il circuito parte da Casablanca e procede in senso orario toccando Safi, Essaouira, Tiznit e terminando a Marrakech. Se, una volta letto questo articolo, vi interessa vedere nel dettaglio quel che abbiamo riportato a casa da questo viaggio, allora non dovete far altro che dare un'occhiata alla nostra collezione di artigianato autentico dal Marocco.

A questo punto facciamo subito un’altra premessa, qualcosa di cui abbiamo avuto conferma proprio nel nostro ultimo viaggio. Il 99% di ciò che viene prodotto in Marocco può essere acquistato nei souk di Marrakech. E’ un po’ frustrante scoprire che lo stesso piatto di ceramica che tu hai acquistato direttamente dalle mani di un artigiano che hai trovato girando per due giorni tra i vicoli di Safi, è in bella mostra in più di un negozio di Marrakech. Detto questo, il consiglio che vi diamo è quello di includere nel vostro itinerario una tappa a Marrakech, magari alla fine del vostro viaggio.

Come dicevamo nel nostro primo articolo sull’artigianato marocchino quando si programma un viaggio in Marocco, “cosa comprare?” è davvero una delle prime domande da porsi. Quindi non indugiamo oltre ed entriamo nel vivo dell’articolo.

Ecco di cosa vi parleremo:
• Cosa comprare a Casablanca
• Cosa comprare a Safi
• Cosa comprare a Essaouira
Marrakech: cosa comprare nei dintorni
• Cosa comprare a Marrakech
• Cosa conviene comprare a Marrakech

 

Mulai Design - Viaggiatori. Esploratori. Mercanti.

 

Cosa comprare a Casablanca

Il nostro tour parte da una delle città più grandi e famose di tutto il Marocco. Casablanca è infatti un’importante metropoli e polo industriale e commerciale e negli ultimi anni ha acquistato sempre più prestigio come meta per il turismo di fede musulmana, grazie alla grandiosa moschea di Hassan II. Venendo al soggetto di questo paragrafo, cosa comprare a Casablanca, diciamo subito che questa città fa un po’ storia a sé in Marocco. A Casablanca troverete infatti artigiani e mercati, certo, ma il commercio di questa città passa soprattutto dai negozi e dai centri commerciali. Non ci sono esattamente prodotti tipici di Casabanca ma qui potete trovare un po’ tutte le eccellenze dell’artigianato marocchino. La qualità dei prodotti in vendita nei negozi di questa città è molto alta ma lo sono decisamente anche i prezzi.

In poche parole, cosa comprare a Casablanca? Di tutto, ma siate pronti a spendere cifre di poco inferiori a quelle europee.

 

Cosa somprare a Safi

Spostandosi verso l’Oceano Atlantico lungo un’autostrada nuova e semideserta si arriva a Safi, sul mare. Nonostante il mare e le onde siano le stesse della vicina Essaouira, Safi non ha mai espresso il proprio potenziale turistico e resta una città spesso ignorata dai tour classici del Marocco. La fama di questa città dipende infatti soprattutto dalle sue ceramiche oltre che dalla pesca delle sardine. Diciamo che le gli esempi più conosciuti di ceramiche marocchine vengono da Safi o sono imitazioni dei modelli prodotti dagli artigiani di questa città.

Se passate da Safi, dunque, vi consigliamo di mangiarvi un bel piatto di sardine alla piastra e poi visitare i laboratori e il mercato di degli artigiani della ceramica. Due dei maestri più stimati di tutto il Marocco, per quanto riguarda la ceramica, sono infatti qui a Safi, stiamo parlando di Serghini e Salah. Due nomi che sono sinonimo di qualità e che troverete un po’ ovunque in città.

COSA COMPRARE A SAFI

Ceramiche marocchine

I Serghini sono infatti una famiglia che lavora nella ceramica da generazioni e troverete diversi atelier che sbandierano questo cognome. Noi abbiamo visitato sia un negozio in centro, vicino al mercato principale, sia un laboratorio fuori città, dove il proprietario ci ha mostrato orgoglioso una sua foto con il re, per il quale ha realizzato un vaso in ceramica di 3 metri.

Anche volendo evitare le grandi firme, che ovviamente hanno un prezzo superiore, qualsiasi artigiano di Safi realizza piccoli capolavori di ceramica: piatti decorati di tutte le dimensioni, ciotole, tajine, tazze e molto altro. Sia che vogliate acquistare prodotti per voi sia che cerchiate regali dal Marocco, dunque, a Safi troverete ottime opzioni per tutte le tasche. Certo, se acquistate ceramiche marocchine di grandi dimensioni allora il problema potrebbe essere trasportare l'acquisto in valigia. Molti di questi atelier si offrono di spedire i vostri acquisti in Italia ma questa opzione è conveniente soprattutto se si acquistano grandi quantità o prodotti estremamente costosi. Se non volete spendere follie o rischiare di rompere tutto in valigia, la via più facile è forse dare un'occhiata alla nostra collezione di ceramiche marocchine online, acquistate proprio a Safi, e farvi spedire tutto dall'Italia direttamente a casa vostra.

 

Cosa comprare a Essaouira

Procedendo a sud arriviamo a Essaouira e già entrando in città non è difficile capire qual è il prodotto principale di questa regione. Lungo la strada, infatti, trovate negozi, cooperative e coltivazioni che vendono prodotti con olio di argan. Per saperne di più sulle applicazioni e sulle caratteristiche di questi prodotti, vi rimandiamo a questo articolo, dove troverete un video in italiano con tutto quel che dovete sapere.

Tornando invece al nostro viaggio in Marocco, cosa comprare a Essaouira è una domanda che ha più di una risposta, almeno due. Oltre che per i prodotti con l’olio di argan, infatti, questa città è famosa per il legno di tuia, una pianta che viene utilizzata per realizzare scatole e oggetti di artigianato finemente decorati.

Riguardo ai prodotti con l’olio di argan, si possono acquistare ovunque, sia dentro che fuori la medina di Essaouira. Il nostro consiglio è di girare un po’, magari spingendosi anche nelle vie meno battute dai turisti. Quel che bisogna sapere sui prodotti con l’olio di argan è che soffrono l’esposizione al sole. Quindi se trovate un negozio che ha tutti i suoi prodotti in bella mostra, esposti al sole, magari passate oltre. Pressoché tutti i negozi della medina di Essaouira, infatti, vendono olio di argan puro (non tagliato con altri oli), ma oltre alla purezza conta la qualità, e questa dipende sia dalla lavorazione che dal contenitore in cui l’olio di argan viene venduto. Se volete la massima qualità, infatti, orientatevi su contenitori opachi e scuri, che non lasciano filtrare i raggi del sole, preservando le proprietà nutritive dell’olio.

COSA COMPRARE A ESSAOUIRA

Se invece volete acquistare piccole scatole e soprammobili in legno artigianali, allora Essaouira è probabilmente la città migliore del Marocco. Il famoso legno di tuia, infatti, qui viene lavorato per produrre un’infinità di oggetti, dalle scacchiere alle scatole, dai vassoi a tavoli e mobili finemente decorati. Del legno di tuia vengono utilizzate sia le radici, che sono di un legno scuro e ricco di striature e macchie, che il tronco, anch’esso di un legno scuro ma più pulito. Se cercate bene, anche all’interno della medina troverete un laboratorio di legno di tuia in cui ammirare artigiani all’opera. Se volete però acquistare scatole e soprammobili in legno artigianali, la cosa migliore è spingervi oltre le porte del centro di Essaouira, nei quartieri residenziali dove i turisti solitamente non vanno. In questi laboratori i prezzi si abbassano e la qualità solitamente cresce. Ecco ad esempio gli oggetti in legno di tuia che abbiamo acquistato noi, ora in vendita su Mulai Design.

Oltre che per i prodotti con l’olio di argan e per il legno di tuia, Essaouira è conosciuta, soprattutto tra i turisti marocchini, anche per l’argento. Noi abbiamo fatto due passi tra le botteghe della medina che vendono solo argento ma ci è sembrato tutto troppo moderno e “già visto”. Se state cercando regali dal Marocco che non trovereste anche in Italia, allora vi consigliamo di lasciar perdere l’argento di Essaouira.

 

Cosa comprare a Tiznit

Spingendoci ancora più a sud, superiamo Agadir (non degna di nota se si parla di cosa acquistare in Marocco) arriviamo a Tiznit che, insieme a Tafraout, è tra le città migliori del Marocco se volete acquistare artigianato berbero autentico, in particolare gioielli e bigiotteria.

COSA COMPRARE A TIZNIT

Tiznit è infatti famosa in Marocco sia per l’argento, che viene lavorato da artigiani locali, sia, soprattutto, per gli oggetti prodotti dai berberi nelle montagne e acquistati dai commercianti e dagli artigiani della città. Le donne berbere, infatti, un tempo realizzavano questi splendidi gioielli per se stesse o per la propria famiglia, mentre oggi sempre più spesso le scambiano o le vendono. Come abbiamo spiegato anche in questo articolo, dedicato proprio alla bigiotteria marocchina, il concetto di “artigianato berbero autentico” è stato un po’ annacquato negli ultimi decenni, ma in genere la qualità dei prodotti è rimasta alta. Sia gli artigiani delle montagne che quelli delle città, infatti, continuano oggi a riprodurre repliche di ottima qualità (nella fattura e nei materiali) dei gioielli berberi antichi. Sono dunque splendidi oggetti, ma non fatevi abbindolare dalla storia delle donne berbere nelle montagne, e non pagateli un’esagerazione, perché ne troverete negozi stracolmi anche a Marrakech.

Noi abbiamo acquistato alcuni gioielli (non antichi) in due negozi molto diversi tra loro: le “Coin des berberes”, un negozio con molta scelta in una delle piazze principali della città, e “La kasbah des caravanes”, dove abbiamo trascorso oltre un’ora sorseggiando té e contrattando con il simpatico Hassan. Se volete cimentarvi in una vera contrattazione alla marocchina, di quelle che finiscono in ogni caso col sorriso sulle labbra, vi consigliamo di fare visita al buon Hassan (nella foto).

Come dicevamo in questo articolo sui gioielli berberi, siate molto prudenti con chi cerca di vendervi gioielli berberi antichi, in molti casi si parla di imitazioni che hanno solo qualche anno in più delle altre. Se però siete dei collezionisti e volete mettere le mani su qualcosa di autentico vi consigliamo un negozietto chiamato “Bijoutier Antiquaire”, nel souk Dellala. Il proprietario ha più l’aria di un professore che quella di commerciante marocchino, e tra i suoi prodotti ha alcuni tesori di artigianto berbero di altra categoria, come ad esempio il vassoio antico qui sotto.

Vassoio antico marocchino in ottone

Vassoio antico marocchino in ottone

 

Marrakech: cosa comprare nei dintorni

Lasciando Tiznit e puntando a nord verso Marrakech, abbiamo trovato le strade in ottime condizioni ma, se avete la macchina, non fatevi imbrogliare dai lunghi rettilinei e non superate mai i limiti di velocità: la strada per Marrakech è infatti densa di autovelox e posti di blocco. Anche rispettando i limiti, la polizia potrebbe provare a fermarvi comunque, giusto per sfilarvi 50-100 dirham.

MARRAKECH: COSA COMPRARE

Se avete la macchina, probabilmente vale la pena fare un paio di tappe prima di arrivare a Marrakech. Noi lo abbiamo fatto e non ci siamo pentiti. Chiedendo un po' ovunque dove comprare tappeti in Marocco, infatti, c’era un nome che ci siamo sentiti ripetere spesso: Sidi el Mokhtar. Si tratta di una piccola città tra le montagne, a mezz’ora di auto dall’autostrada, ricca di cooperative di donne che intessono tappeti di lana fatti a mano. Molti negozianti di Marrakech si riforniscono da queste cooperative quindi potreste fare un buon affare acquistando tappeti qui. Anche se non volete acquistare tappeti, vedere queste donne all’opera è comunque uno spettacolo per cui vale la pena farsi un’oretta di macchina.

Un altro paese di artigiani di questa regione è Tamesloht, a 20 minuti di macchina o 30 di autobus da Marrakech. Anche qui, se volete vedere una cooperativa ben organizzata al lavoro allora vale la pena programmare una sosta. La cooperativa più importante in questo centro di artigiani è Art Tissage, dove gli standard delle coperte, delle tovaglie e dei prodotti tessili è molto alto e dove potrete ammirare un intero quartiere al lavoro. Gli uomini al lavoro ai telai, le donne impegnate in finissimi ricami e le studentesse più preparate pronte ad accogliere i clienti in negozio e fargli fare un rapido tour guidato in francese o inglese.

 

Cosa comprare a Marrakech

Vi basterà una mezz’ora immersi nel souk di Marrakech per rendervi conto che in questo enorme mercato potete trovarci letteralmente qualsiasi cosa. Da prodotti di qualità, come tappeti di lana fatti a mano di straordinaria fattura fino ad economici souvenir di Marrakech di ogni tipo: in questo mercato troverete artigianato più o meno autentico davvero per tutte le tasche.

Tutti i prodotti che abbiamo elencato in questo articolo, ad esempio, sono tutti reperibili in questa tentacolare città, anche se magari non sempre nella stessa qualità o allo stesso prezzo a cui li potete acquistare direttamente dall’artigiano.

 

 

Cosa conviene comprare a Marrakech

COSA CONVIENE COMPRARE A MARRAKECH

Se state programmando un tour del Marocco con una tappa in questa città, allora la domanda che dovreste porvi non è tanto “cosa comprare a Marrakech?” ma piuttosto “cosa conviene comprare a Marrakech, e non altrove?”. Se prendiamo ad esempio il nostro viaggio, possiamo dire che il rapporto qualità-prezzo di buona parte dei prodotti che abbiamo acquistato in giro per il Marocco, andando direttamente dall’artigiano, è più alto di quanto avremmo ottenuto a Marrakech. Ma dobbiamo ammettere che siamo rimasti comunque colpiti dalla qualità e dai prezzi che, con un po’ di pazienza, si possono ottenere nel souk di Marrakech.

Oltre ai prodotti che arrivano a Marrakech da tutto il Paese, poi, ce ne sono molti che vengono realizzati proprio in questa città, spesso proprio nel souk di Marrakech. L’esempio più celebre è forse quello dei prodotti in ottone e rame, forgiati e venduti nel souk Addadine, una porzione dell’immensa rete di vicoli e negozietti della medina. I negozi di lampade e oggetti in metallo sono infatti tra gli scorci più fotografati in questa città. Se trovate qualcosa che cattura la vostra attenzione, allora provate a contrattare e confrontare il prezzo nei diversi negozi del souk, ma sappiate che difficilmente la troverete a un prezzo inferiore fuori da questa città.

Discorso simile vale per le coperte e i cuscini, anche questi prodotti nel souk di Marrakech e nei dintorni di questa città. Anche qui, con un po’ di pazienza potreste trovare prodotti di buona qualità strappando degli ottimi prezzi.

Il nostro viaggio termina a Marrakech ma lasciamo il Marocco con un arrivederci. Con ogni probabilità il prossimo viaggio toccherà maggiormente il nord, in modo da potervi consigliare su cosa comprare a Fes e cosa comprare a Tanger.

Potrebbero interessarti anche:

Lo scorso giugno siamo stati in Marocco a caccia di nuovi prodotti da aggiungere alla collezione di Mulai Design. E' stato tutto tranne che un "viaggio di lavoro".

E' impossibile concludere un viaggio in Marocco senza essere stregati dai tappeti berberi. Noi, per lo meno, non ci siamo riusciti.