Porsi la domanda "Cosa comprare in India?" è come aprire un vaso di Pandora. L'artigianato indiano è infatti tra i più ricchi e apprezzati al mondo

Cosa comprare in India

Una delle parti più emozionanti del viaggio è la preparazione del viaggio stesso. Quando si studia l'itinerario, con la mappa del paese in una mano e la guida nell'altra, e si scoprono usi e costumi del popolo che si sta per incontrare. Per quanto ci riguarda, uno dei capitoli più emozionanti di questa fase di studio è la fase del "cosa comprare", in cui ci studiamo l'artigianato locale e abbozziamo una lista della spesa che sogniamo di riportare a casa con noi.

Questo articolo lo abbiamo scritto prima di partire per un viaggio di 4 settimane in India e lo abbiamo poi ritoccato e integrato una volta rientrati. Porsi la domanda "Cosa comprare in India?" è come aprire un vaso di Pandora. L'artigianato indiano è infatti tra i più ricchi e apprezzati al mondo e per questo abbiamo messo i nostri appunti in fila e li abbiamo voluti condividere in questo articolo. Una volta tornati, poi, aggioreremo l'articolo aggiungendo ancora più consigli e curiosità.

Ci è già capitato, tra l'altro, di conoscere una cooperativa di artigiani indiana da cui abbiamo acquistato tovaglie, cuscini e pochette (QUI potete ordinare i loro prodotti) e la qualità di quei prodotti ci ha convinto a preparare gli zaini e programmare un viaggio in India!

Come di consueto, partiamo con la nostra top 5 della nostra lista dei desideri!
1 Una collana con pietre di Jaipur
2 Un astuccio fatto a mano dai colori sgargianti
3 Il Daily Masala set: il meglio delle spezie indiane
4 Un tappeto del Rajasthan fatto a mano
5 Una tovaglia in cotone con pom pom

 

Come sempre, abbiamo ragionato da viaggiatori che preparano un viaggio, e per questo, dopo una dovuta introduzione sull'artigianato indiano, abbiamo pensato di raccogliere i nostri consigli città per città. Ecco in sintesi ciò di cui vi parleremo in questo articolo:

L'artigianato indiano
• Cosa comprare in Rajasthan
• Cosa comprare a Jaipur
• Cosa comprare a Varanasi
Cosa comprare a Mumbai

Mulai Design - Viaggiatori. Esploratori. Mercanti.

 

L’artigianato indiano

L’artigianato indiano comprende un’ampia varietà di prodotti e oggetti che variano a seconda delle zone e riflettono la ricca storia, la cultura e le tradizioni dell’India. La lista di straordinari oggetti di artigianato in India è molto lunga: tessuti e stoffe, tappeti indiani, gioielli, oggetti di legno intarsiato, ceramiche, vasellame in metallo, intarsi di marmo indiano, pelletteria, sculture e statuette indiane, mobili etnici indiani fino ad arrivare al tradizionale Sari indiano. 

Le tecniche e le lavorazioni dell’artigianato indiano si rifanno ad antiche tradizioni e a procedimenti che si tramandano da secoli soprattutto nelle comunità rurali. Se vi state chiedendo cosa comprare in India avrete l’imbarazzo della scelta tra i tanti oggetti di artigianato che si possono trovare nei grandi bazar e nelle tante botteghe delle città e dei villaggi indiani. Ogni regione e zona ha le proprie tradizioni e offre pezzi di artigianato unici e straordinari. Vediamo nel dettaglio alcuni degli oggetti di artigianato dell’India che ci hanno particolarmente colpito e che consigliamo di considerare quando deciderete cosa acquistare in india. 


I tappeti indiani

I tappeti indiani sono incredibilmente belli e la produzione di tappeti è un’attività da sempre fiorente in India, dove si diffuse fin dal XVI secolo grazie ai sovrani della dinastia dei Moghul. Dai tanti laboratori di artigiani escono splendidi tappeti di lana, seta e cotone dal design e dai colori che variano a seconda delle zone, degli stili e delle varie tecniche di lavorazione. I più bei tappeti indiani si trovano soprattutto al nord ed in particolare nelle zone del Kashmir e del Rajasthan. Qui vengono prodotti sia tappeti di lana annodati molto pregiati che tappeti di lana a trama grezza (i numda o namda). In varie zone si producono anche tappeti indiani in cotone simili ai kilim. Nel Kashmir si trovano anche i tappeti gabba con fantasiose applicazioni di seta o lana. 

Negozi statali e cooperative sono i luoghi migliori per acquistare tappeti. I più cari e pregiati  sono i tappeti di seta mentre quelli di lana ed i tappeti indiani in cotone sono più duraturi. Il prezzo dipende dal numero e dalle dimensioni dei nodi, dai materiali utilizzati, dalla gamma di colori e dalla complessità dei disegni.  

 

I gioielli indiani

Da sempre i gioielli indiani rappresentano un elemento importante nella vita degli indiani stessi: le donne ne utilizzano infatti di tutti i tipi e forme per perfezionare il loro senso di fascino. La storia dei gioielli indiani è antica e da secoli i Joharis (gioiellieri) indiani lavorano gemme, pietre preziose, oro, argento ed altri materiali creando delle vere e proprie opere d’arte. Ovunque in India si possono trovare meravigliose collane, orecchini, bracciali e altri gioielli indiani i cui motivi e design variano di regione in regione.  

I gioielli indianiI tradizionali gioielli indiani in argento si trovano in molte parti dell’India ma in particolare nello stato del Rajasthan. La città di Jaipur è famosa per le pietre indiane preziose e semipreziose ed è il centro principale per i tradizionali gioielli in oro indiano Kundan. In generale comunque tutta l’India offre una grande varietà di gioielli, non solo quelli in oro indiano, argento o pietre indiane preziose ma anche gioielli di bigiotteria indiana. Infatti artigiani in tutto il Paese producono anche molti gioielli con materiali non preziosi e la bigiotteria indiana è conosciuta in tutto il mondo. Non ci sono dubbi quindi su cosa conviene comprare in India: i gioielli e la bigiotteria indiana. 

 

Le statuette indiane

L’artigianato in India offre anche una vasta gamma di statuette indiane in bronzo e sculture in pietra e terracotta. Da nord a sud sono molte le zone dell’India dove si producono statuette indiane e sculture di divinità induiste con metodi antichi e tecniche tradizionali. Le più comuni sono le raffigurazioni di Shiva come danzatore cosmico nella forma di Nataraja. Nelle regioni di fede buddista si trovano invece statuette di Buddha e delle divinità tantriche. In particolare lo stato del Tamil Nadu al sud dell’India è molto conosciuto per le sculture in pietra e granito che si possono trovare di tutte le dimensioni, dai minuscoli elefantini alle gigantesche divinità. 

Affascinante anche la lavorazione del marmo indiano che viene intarsiato con pietre preziose e semipreziose. Anche la terracotta è utilizzata in molte zone per la produzione artigianale di statuette indiane ed altri oggetti, come pure altri metalli come rame e ottone vengono utilizzati per la realizzazione di oggetti che vengono poi finemente decorati e smaltati. 

Un’altra arte di spicco dell’artigianato indiano è l’intarsio del legno. In tutta l’India il legno viene intagliato e finemente lavorato per creare i tanto conosciuti mobili etnici indiani ed oggetti come portagioie e scatole. I mobili indiani in legno intagliato sono rinomati in tutto il mondo e sono molto apprezzati dagli amanti di arredamento etnico. 

 

I tessuti indiani

L’India è famosa poi per i suoi straordinari e inimitabili tessuti: scialli, ricami, Khadi e Sari indiano.  L’arte della tessitura in India è antichissima ed è così importante da essere addirittura rappresentata sulla bandiera indiana. Infatti al centro del tricolore indiano è raffigurato il charka, la ruota di filatura del cotone che è stata poi assunta come simbolo di liberazione e autonomia dello Stato indiano data l’importanza dell’artigianato tessile come forza economica del Paese.

Tempo fa ci è capitato di conoscere una cooperativa di artigiani indiani (QUI trovate tutti i loro prodotti) che lavorano proprio nel settore tessile, realizzando tovaglie, pochette e cuscini dai colori sgargianti tipici della cultura indiana. In particolare ci hanno colpito le pochette, ognuna con suo carattere forte e i suoi audaci accostamenti di colori, tutte realizzate a mano con cura estrema per i particolari.

Vi è una incredibile varietà di tipologie e tecniche di lavorazione dei tessuti indiani e, grazie alle peculiari tecniche di tintura, è possibile trovare anche una vasta gamma di colori. 

Per il 40% la produzione tessile si svolge nei villaggi dove viene prodotto il Khadi, una stoffa derivata da fibre di cotone filata a mano in modo non molto fitto.

Gli scialli indiani sono famosi per essere molto caldi, estremamente leggeri e dai fini e complessi ricami e disegni. Gli scialli vengono prodotti in tutta l’India e a seconda delle zone si utilizzano diversi materiali: la lana, l’angora (mohair) o la pashmina, una pregiata lana cashmere ricavata dal vello di una razza di capre che vive sulla catena montuosa dell’ Himalaya conosciuta per la sua morbidezza.

 

Il Sari indiano

Quando si parla di artigianato dell’India e di tessuti non si può non pensare al meraviglioso Sari indiano. I pregiati Sari sono un souvenir molto richiesto e sono una delle risposte più gettonate alla domanda: cosa comprare in India? Frutto di un intenso e brillante lavoro manuale, i sari di seta sono i più costosi e pregiati. La lavorazione del Sari indiano è una tradizione soprattutto delle zone rurali del sud dell’India

Una città molto famosa per il Sari indiano tradizionale in seta è Kanchipuram, nel Tamil Nadu. Comunque si possono trovare straordinari Sari in tutta l’India. Il West Bengal per esempio è famoso per i sari Baluchari in cui vengono rappresentate scene mitologiche, mentre l’Assam è noto per le sue pregiate sete e i raffinati Sari ricamati. La città di Patan nel Gujarat è il centro dell’antica arte dei patola, sari di cui ogni filo di seta viene tinto a mano prima della tessitura per poi essere decorato con oro. Paithan nel Maharashtra è conosciuta per la produzione del Sari indiano in seta e oro, uno dei più pregiati di tutta l’India. Il nostro consiglio è di includere il sari indiano tradizionale nella lista di cosa comprare assolutamente in India. 

 

 

Cosa comprare in Rajasthan

Data la ricchezza della cultura e della grande varietà di oggetti che offre l’artigianato locale, avrete l’imbarazzo della scelta su cosa comprare in Rajasthan. L’artigianato del Rajasthan è infatti uno dei migliori di tutta l’India poichè rispecchia una storia millenaria ed mette insieme più tradizioni. Alla capitale di questo stato, Jaipur, la città rosa, dedicheremo un intero paragrafo, mentre per quanto riguarda Jodhpur, la città blu, sappiate che è celebre per la lavorazione del legno, dai mobili fino ai piccoli oggetti. 

Se si pensa a cosa comprare in India del nord i tanti tesori che offre il Rajasthan rendono questo stato il paradiso dello shopping e dei souvenir dell’India. 

Molto famosi sono tessuti in stile Bandhani dai colori accesi e brillanti finemente ricamati e decorati con fili d’oro e d’argento. La caratteristica di questi tessuti è che la stoffa prima di essere colorata viene annodata e legata strettamente con uno spago. 

Sempre parlando di tessuti sono da segnalare i meravigliosi completi da letto, le lenzuola e le trapunte colorate e finemente decorate e gli eleganti copricuscini.

Nella lista di cosa comprare in Rajasthan non possono mancare poi le Mojris, tradizionali scarpe da donna simili a ballerine che vengono realizzate a mano con suola in cuoio e tomaia di stoffa ricca di colori e finemente decorata. 

A questi si aggiungono poi i tappeti, i gioielli, le statuette di marmo, gli oggetti in avorio e tanto altro. Sarebbe impossibile elencare tutti i fantastici oggetti che si possono acquistare nei tanti bazar del Rajasthan. 

Chiudiamo solo menzionando le celebri miniature indiane, che troverete un po' ovunque da Jaipur fino alla bella Udaipur. Si tratta di dipinti fatti a mano con una precisione estrema, raffiguranti elefanti, pavoni, altri animali, divinità o anche persone in abiti tradizionali. Nella maggior parte dei casi, queste miniature non sono realizzate su sfondo bianco ma su una carta anticata, imitazione di vecchie carte intestate o cartoline risalenti all'epoca coloniale o dei rajà. Ovunque vi diranno, ovviamente, che si tratta di carta antica ma si tratta quasi sempre di imitazioni. L'aspetto, comunque, è quasi sempre suggestivo, specie se la miniatura è di buoa fattura. Per l'equivalente di pochi euro, questi manufatti possono essere un perfetto souvenir dall'India.

 

Cosa comprare a Jaipur

Il Sari indianoJaipur, la capitale del Rajasthan, offre tanti tesori e gli oggetti più disparati che permettono di accontentare tutti. Cosa comprare a Jaipur quindi? 

La prima cosa sono assolutamente i gioielli indiani, da quelli in oro o in argento a quelli in filigrana, passando poi ai tradizionali gioielli Meenakari con pietre preziose incastonate. Jaipur viene definita la capitale indiana dei gioielli e qui si trovano vere e proprie scuole di gioielleria. 

Se non siete gente da gioielli allora potrete buttarvi a capofitto negli splendidi tessuti stampati a mano con la tecnica del "block-printing". Noi abbiamo visitato una fabbrica in cui abbiamo ammirato artigiani stampare tovaglie in cotone armeggiando blocchi in legno, imbevuti nei colori, con una precisione incredibile. Sia per un regalo che per voi stessi, quindi, vi consigliamo assolutamente di mettervi in valigia una tovaglia stampata a mano, magari con annesso set di tovaglioli.

Facendo un giro per il Johari Bazaar o il Ranganj Bazaar potrete farvi un’idea della maestria degli artigiani e delle abilità locali in materia di gioielli. 

Per quanto riguarda i tessuti non potete perdere il mercato Purohit Ji Ka Katla a due passi da Hawa Mahal. Qui si può trovare una moltitudine di stoffe e vestiti coloratissimi dalle svariate fantasie e design. 

Ovviamente il Sari indiano non può mancare tra le cose da acquistare a Jaipur, in particolare il Sari Lehariya. Questo tipo di Sari indiano dai colori sgargianti e le straordinarie fantasie viene realizzato con un particolare design che richiama vari strati sovrapposti tra loro e adornato con perle o pietre o con ricami gota patti. 

Molto cnosciute sono anche le ceramiche blu di Jaipur, caratteristiche e molto ricercate. Si trova veramente di tutto dai piatti ai vasi, ai posaceneri e tanto altro. 

Jaipur è famosa anche per le miniature, piccole statuette che vengono dipinte minuziosamente a mano. Sono tantissimi gli artigiani che si occupano di quest’arte e si possono trovare un’infinità di miniature da acquistare a prezzi davvero bassi. 

A parte l’artigianato cosa comprare a Jaipur come souvenir tipico? Il Ghevar, il delizioso dolce tipico di Jaipur a forma di disco fatto con farina, latte, latte condensato, ghee, pistacchi, mandorle, zafferano e cardamomo.

 

 

Cosa comprare a Varanasi 

Vi accingete a fare una tappa nella città santa sulle sponde del fiume sacro Gange e vi state chiedendo cosa comprare a Varanasi? Se vi recate a Varanasi è d’obbligo perdervi tra i tanti mercati locali per scoprire tutti i tesori che questa città offre. 

Anche a Varanasi regnano i tessuti indiani dagli straordinari colori e le fantasiose decorazioni. Dai cuscini ai copriletti, dalle pashmine e gli scialli ai bellissimi sari Banarasi. Questo tipo di sari indiano tipico di Varanasi è tra i più pregiati dell’India ed è caratterizzato dall’utilizzo di una seta finissima e di fili d’oro e d’argento e dai ricami opulenti e un design complesso e intricato. 

Oltre ai tessuti anche i gioielli indiani non possono mancare nella lista di cosa comprare a Varanasi, in particolare i Gulabi Meenakari e i coloratissimi gioielli in perle di vetro. 

Essendo Varanasi una città santa sono molti gli oggetti legati all’induismo e al dio Shiva che si possono trovare ovunque, come ad esempio le pietre Shiva Lingam che si trovano sotto forma di ciondoli e amuleti. Queste sono pietre dall’aspetto curioso a forma di uovo che provengono dal fiume Narmada, uno dei suoi sette luoghi sacri dell’India, sono considerate un simbolo di devozione a Shiva e servono per alimentare l'intero sistema dei chakra, aumentare la forza e potenziare la fertilità e la vitalità.

 

Cosa comprare a Mumbai 

Spezie indianeCome fare a scegliere cosa comprare a Mumbai senza perdersi tra la miriade di opzioni che offre questa incredibile città? Essendo una delle più grandi metropoli del mondo dove storia e tradizioni si fondono alla modernità, Mumbai vi travolgerà con la sua energia e l’infinità di souvenir e prodotti tipici. Come ovunque in India, anche e soprattutto a Mumbai preparatevi a contrattare fino allo sfinimento e affilate le vostre armi di negoziazione per riuscire a portare a casa tanti tesori a prezzi bassi. 

Oltre ai tipici tessuti indiani e capi in puro cashmere, Mumbai offre anche una vasta gamma di gioielli e bigiotteria indiana per tutti i gusti. Da segnalare anche i giocattoli di legno fatti e dipinti a mano con colori sgargianti che spesso riproducono le divinità indù. Uno speciale souvenir dall’India per far felici anche i più piccoli. 

E poi nella lista di cosa comprare a Mumbai non possono mancare le spezie: curry, curcuma, cardamomo, pepe nero, zafferano etc. L’India è il regno delle spezie e potete trovare davvero di tutto nei mercati di Mumbai. 

E se acquistate le spezie perchè non aggiungere il Daily Masala set? La tipica scatola di latta con all’interno un set di tante scatole più piccole e un cucchiaino per le spezie, un vero must in ogni casa indiana. 

Per gli amanti dell’aromaterapia si possono trovare anche tanti olii ayurvedici e olii essenziali da usare per rigenerare l’atmosfera degli ambienti o da utilizzare per i massaggi o come rimedi naturali per piccoli disturbi fisici di varia natura. 

 

Potrebbero interessarti anche:

In soggiorno, in camera da letto o in giardino, i cuscini etnici sono quel dettaglio in grado di far compiere un salto di qualità, in termini di eleganza e calore, al vostro ambiente.

Un viaggio in India è qualcosa con cui chiunque ami viaggiare, prima o poi, deve cimentarsi. Noi non potevamo essere da meno e così abbiamo usato la "scusa"...